spacer
spacer

Voglia di Cucina
divertiamoci tra i fornelli

spacer
header
Home
Ricette
Suggerimenti
Salute in cucina
A proposito di...
Cerca...
Links
Segnalato da...
Scambio Link
e-shop
Notizie dal web

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza
Creative Commons
Ricette e Cucina dal Mondo

xberebene.it

ricette online

ricette leggere

poemas de puros

Ricette dello Chef

Ricette in cucina

Italians Do Eat Better

Dillo Cucinando

Ricetta biscotti

Ricetta Cioccolato

Creazione siti internet

Blog ricette

Cucina Russa

 
Home arrow A proposito di... arrow Cuore protetto con i grassi polinsaturi al posto di quelli saturi

Condividi questa pagina con i tuoi amici:

seguici su facebook e twitter

 

Cuore protetto con i grassi polinsaturi al posto di quelli saturi
Valutazione Utente: / 0
PeggioreMigliore 

Proteggere il cuore sostituendo i grassi saturi con i grassi polinsaturi: uno studio condotto da un gruppo di ricercatori di Harvard School of Public Health (HSPH) e pubblicato su Plos Medicine mette in evidenza, per la prima volta, che una dieta bilanciata con un maggior consumo di omega3 e omega6 e una diminuzione dell`introito di grassi saturi riduce il rischio di incorrere in infarti e morti per malattie coronariche del 19%.

"La sostituzione di nutrienti specifici al posto dei grassi saturi può essere molto importante - spiega Dariush Mozaffarian, docente nel dipartimento di epidemiologia dell`HSPH e autore dello studio -. I nostri risultati suggeriscono, in particolare, che `rimpiazzare` i grassi saturi con quelli polinsaturi sarebbe la scelta migliore per la salute del cuore".

I ricercatori hanno incrociato i dati di otto studi per un totale di 13.614 partecipanti e di 1.042 eventi coronarici. Dalla ricerca è emerso che l`aumento del consumo di grassi polinsaturi in sostituzione dei grassi saturi ha ridotto il rischio di eventi coronarici del 19%, e che per ogni incremento del 5% di energia totale sviluppata dal consumo di grassi polinsaturi il rischio di malattia coronarica viene ridotto del 10%. In particolare, la ricerca è la prima a dimostrare che il consumo prolungato di omega3 riduce il rischio di insorgenza delle malattie cardiache e coronariche.

Le attuali linee guida americane raccomandano di far provenire il 5-10% dell`energia giornaliera totale dai grassi polinsaturi. I risultati della ricerca suggeriscono però che il limite massimo del 10% di consumo di energia da grassi polinsaturi potrebbe essere troppo basso: i partecipanti agli studi che sono riusciti a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari hanno consumato quotidianamente circa il 15% dell`energia dai grassi polinsaturi.

Nel corso degli ultimi decenni, si legge nello studio, l`industria alimentare ha ridotto la quantità di grassi saturi presenti in molti prodotti e i consumatori hanno ridotto i grassi saturi nella dieta. Ma questo non è bastato a ridurre il rischio di sviluppare eventi cardiovascolari: in molti prodotti, infatti, i grassi saturi sono stati sostituiti dai grassi trans, a loro volta nocivi per la salute di cuore e arterie, e nella "tipica" dieta americana la diminuzione della produzione di prodotti a base di grassi saturi è stata rimpiazzata con l`aumento del consumo di carboidrati raffinati e cereali.

I risultati di questo studio suggeriscono che i grassi polinsaturi possono essere un ottimo sostituto dei grassi saturi per un cuore più in salute. Non tutti i grassi polinsaturi sono uguali, però: gli esperti raccomandano infatti di non esagerare col consumo di omega6 perché a loro volta potrebbero incrementare il rischio di malattia coronarica. Il segreto è nell`equilibrio,  spiegano gli esperti: per bilanciare la dieta è sufficiente consumare 1 grammo di omega3 ogni 4 grammi di omega6 assunti.

Qual è quindi la migliore dieta per il cuore? Limitare il più possibile i grassi saturi e trans, e bilanciare il consumo di omega6 - presenti soprattutto negli oli vegetali e nella frutta secca - con gli alimenti che contengono omega3 - presenti in molte specie di pesci come tonno, sgombro, salmone, ma anche in noci e mandorle e in alcuni oli vegetali. E fare almeno due o tre passeggiate a settimana.

Autore: Miriam Cesta

[Fonte: IlSole24ore.com - Salute24 - 25/03/2010]





spacer
Ricette in primo piano


© 2005-2020 Voglia di Cucina
VogliaDiCucina.com è parte del network Voglia di Notizie
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
spacer