spacer
spacer

Voglia di Cucina
divertiamoci tra i fornelli

spacer
header
Home
Ricette
Suggerimenti
Salute in cucina
A proposito di...
Cerca...
Links
Segnalato da...
Scambio Link
e-shop
Notizie dal web

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza
Creative Commons
Ricette e Cucina dal Mondo

xberebene.it

ricette online

ricette leggere

poemas de puros

Ricette dello Chef

Ricette in cucina

Italians Do Eat Better

Dillo Cucinando

Ricetta biscotti

Ricetta Cioccolato

Creazione siti internet

Blog ricette

Cucina Russa

 
Home arrow Salute in cucina arrow Pesca, il frutto estivo che fa bene

Condividi questa pagina con i tuoi amici:

seguici su facebook e twitter

 

Pesca, il frutto estivo che fa bene
Valutazione Utente: / 0
PeggioreMigliore 

Ricca di gustose proprietà e virtù

Tempo d’estate, tempo di pesche. Un frutto molto apprezzato che si merita un posto d’onore sulle tavole. La pesca infatti non è solo buona da mangiare, ma lo è anche con il nostro organismo viste le sue numerose virtù.

A ricordarci quanto è virtuosa la pesca ci ha pensato lo specialista in Scienza dell’Alimentazione, Renzo Pellati che, nel suo libro “Tutti i cibi dalla A alla Z” (Mondadori) ci fa sapere che anzitutto è composta da sostanze utili al buon funzionamento dell’organismo tra cui le vitamine B1, B2, PP, C e A. E poi minerali come Ferro, Sodio, Potassio, Calcio.
È formata per circa il 90% di acqua; quindi è molti dissetante e con un ridotto apporto calorico che ne fa un alimento adatto anche a chi è a dieta: a seconda del grado di maturazione il contenuto zuccherino può variare dal 6 al 12%. Infine, udite udite, zero colesterolo.

Se il frutto che state per mangiare non è di coltivazione biologica o proviene da un albero del vostro orto che sapete non aver trattato, l’esperto consiglia di lavarlo molto bene prima di consumarlo, specialmente se poi intendete darlo ai bambini. Questo perché, spiega Pellati, la buccia della pesca è pelosa e questa peluria potrebbe trattenere le eventuali sostanze chimiche utilizzate.
L’esperto sottolinea che la modesta quantità di antiparassitario eventualmente accumulato non dovrebbe provocare grandi problemi, tuttavia una lenta e prolungata esposizione a piccole dosi, a lungo andare, può scatenare allergie, orticaria e disturbi al fegato.
In realtà, spiega Pellati, la pesca non possiede grandi o particolari doti nutritive, tuttavia la freschezza, la succosità e il piacere che può donare ne fanno un’ottima compagna delle calde giornate estive.

Altri esperti suggeriscono che la pesca è drenante poiché aiuta a smaltire i liquidi in eccesso e le tossine, stimolando l’attività di reni e intestino. La pesca è anche ricca di fibre, utili per la salute dell’intestino. Andrebbe però evitata in caso di diarrea.
Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’AgriLife Research – Texas (Usa), pubblicato sul Journal of Agriculture and Food Chemistry, i composti fenolici contenuti in pesche e prugne sono in grado di uccidere le cellule tumorali responsabili del tumore al seno lasciando intatto il tessuto sano. Gli scienziati hanno ipotizzato che queste sostanze potrebbero divenire un’alternativa alla chemioterapia.
Be’, c’è da dire che la pesca ha molti argomenti a suo favore per far sì che la si possa apprezzare non solo con il palato, ma anche sapendo che la salute ne può trarre giovamento.

(lm&sdp)

Fonte: LaStampa.it|Benessere - 02/08/2010]





spacer
Ricette in primo piano


© 2005-2019 Voglia di Cucina
VogliaDiCucina.com è parte del network Voglia di Notizie
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
spacer