spacer
spacer

Voglia di Cucina
divertiamoci tra i fornelli

spacer
header
Home
Ricette
Suggerimenti
Salute in cucina
A proposito di...
Cerca...
Links
Segnalato da...
Scambio Link
e-shop
Notizie dal web

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza
Creative Commons
Ricette e Cucina dal Mondo

xberebene.it

ricette online

ricette leggere

poemas de puros

Ricette dello Chef

Ricette in cucina

Italians Do Eat Better

Dillo Cucinando

Ricetta biscotti

Ricetta Cioccolato

Creazione siti internet

Blog ricette

Cucina Russa

 
Home arrow A proposito di... arrow Osteoporosi: dieta anti-rischio con i cenoni natalizi

Condividi questa pagina con i tuoi amici:

seguici su facebook e twitter

 

Osteoporosi: dieta anti-rischio con i cenoni natalizi
Valutazione Utente: / 0
PeggioreMigliore 

Con le vacanze da scuola, più giorni festivi a disposizione e più tempo per cucinare, i pranzi e le cene pantagrueliche sono dietro l`angolo, pronte a tendere l`agguato alla nostra linea. Eppure, spiegano gli esperti, un lato positivo nei cenoni e nei "pranzoni" durante le ferie natalize c`è: si potrebbe infatti approfittare del maggior tempo disponibile per preparare pietanze importanti per la nostra salute che normalmente, per mancanza di tempo, si è portati a non cucinare. Per chi soffre di osteoporosi, ma anche per chi volesse prevenirla e soprattutto per le donne in menopausa - che sono tra i soggetti più predisposti a questo disturbo - i pasti delle vacanze possono essere un buon momento per curare l`assunzione dei cibi particolarmente ricchi di calcio.

Ecco gli alimenti che possono essere inseriti nella "dieta anti-rischio" per le ossa: latte, soprattutto se arricchito con vitamina D e calcio, tutti i latticini, i legumi, gli ortaggi a foglia, alcuni tipi di pesce come sardine ed acciughe. Bene anche broccoli, cavoli, cime di rapa. Via libera anche a cibi che contengono vitamina D come tuorlo d`uovo, fegato e alcuni pesci come lo sgombro, le acque minerali dovrebbero contenere, invece, almeno 300 mg di calcio per litro.

Non sempre, quindi, il Natale arriva per farci rimpinzare di cibi grassi e inutili: un`abbuffata ricca di calcio può insegnare che l`alimentazione è fondamentale per la prevenzione dell`osteoporosi.

Una dieta ricca di calcio "aiuta le donne fin da giovani a prevenire questa malattia delle ossa che colpisce soprattutto durante la menopausa", spiega Maria Luisa Brandi, docente di Endocrinologia dell`Università di Firenze.

Il calcio è il principale costituente delle ossa, perciò sarebbe buona norma assumerne una quantità adeguata in tutte le fasi della vita. I livelli raccomandati di assunzione, spiega l`esperta, aumentano da 600 mg al giorno nei neonati ai 1500 mg negli adolescenti per far fronte all’aumentato fabbisogno connesso con lo sviluppo corporeo. Livelli che poi diminuiscono con l’età - negli uomini e nelle donne prima della menopausa sono infatti di 1000 mg al giorno - per poi tornare a crescere negli uomini dopo i 60 anni (1200 mg) e, soprattutto, nelle donne in menopausa per le quali sono necessari 1200-1500 mg di calcio al giorno.

Attenzione, però, ad alcuni abbinamenti. "Alcune sostanze contenute negli ortaggi e nei cereali integrali, se introdotti contemporaneamente in grandi quantità, possono ridurre l’assorbimento intestinale del calcio e quindi la possibilità che esso svolga la sua fondamentale azione di rafforzamento delle ossa. Si può prendere in considerazione, quindi, l’opportunità di consumare prodotti che favoriscano l’assorbimento del calcio e che ne aumentino la disponibilità per la fissazione nelle ossa. Ad esempio il pesce (soprattutto salmone, aringhe e tonno) contiene molta vitamina D,  utile a far assorbire il calcio”.              

"La nostra dieta, ormai più ricca di cibi elaborati e con una tendenza a `dimenticare` determinati cibi, è spesso insufficiente a ricoprire l’intero fabbisogno di calcio, indispensabile per il ‘ricambio’ di tessuto osseo che nel corso del tempo viene naturalmente perso dall’organismo - conclude Brandi -. Anche un cenone o un pranzo di Natale possono dunque essere l’occasione per inserire nel menù cibi e piatti sani e utili per aumentare l’apporto di calcio, sempre meno frequente soprattutto nelle ragazze più giovani”.

Autore: Miriam Cesta

[Fonte: IlSole24ore - Salute24 - 24/12/2008]





spacer
Ricette in primo piano


© 2005-2020 Voglia di Cucina
VogliaDiCucina.com è parte del network Voglia di Notizie
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
spacer