spacer
spacer

Voglia di Cucina
divertiamoci tra i fornelli

spacer
header
Home
Ricette
Suggerimenti
Salute in cucina
A proposito di...
Cerca...
Links
Segnalato da...
Scambio Link
e-shop
Notizie dal web

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza
Creative Commons
Ricette e Cucina dal Mondo

xberebene.it

ricette online

ricette leggere

poemas de puros

Ricette dello Chef

Ricette in cucina

Italians Do Eat Better

Dillo Cucinando

Ricetta biscotti

Ricetta Cioccolato

Creazione siti internet

Blog ricette

Cucina Russa

 
Home arrow A proposito di... arrow Cuore, dopo gli omega3 arrivano gli omega6: «Ma con moderazione»

Condividi questa pagina con i tuoi amici:

seguici su facebook e twitter

 

Cuore, dopo gli omega3 arrivano gli omega6: «Ma con moderazione»
Valutazione Utente: / 0
PeggioreMigliore 

Non solo omega3: a essere in prima linea a battersi in favore di cuore e coronarie sane ci sono anche gli omega6, raddoppiando così il numero di acidi grassi buoni per l`organismo. Omega3 e omega6 sono due acidi grassi "essenziali", come li definiscono i medici: "Sono cioè quegli acidi grassi - spiega a Salute24 Francesco Saverio Dioguardi, professore di Nutrizione Clinica del dipartimento di Medicina Interna dell`Università di Milano e membro del comitato scientifico dell`Associazione per la lotta alla trombosi (Alt) - senza i quali il nostro organismo non può sopravvivere, senza i quali, per dirla in poche parole, muoriamo". Attenzione, però, alle quantità: "La differenza - spiega Dioguardi - la fa la quantità. Gli omega6, per svolgere le loro attività benefiche nei confronti di cuore e arterie, devono infatti essere assunti con moderazione. Se consumati in quantità eccessive, infatti, diventano nocivi".

Antiossidanti. Come gli omega3, sono essenziali per un equilibrio nutrizionale dell`organismo umano, ma il corpo non ha la possibilità di produrli autonomamente, per cui devono essere introdotti attraverso l`alimentazione. Olio d`oliva, di semi di girasole o di arachidi: in tutti gli oli vegetali, e nella frutta secca, sono contenute grandi quantità di omega6, le cui proprietà benefiche sono state spiegate su Circulation, la rivista ufficiale dell`American Heart Association. Analogamente ai "parenti" più famosi omega3 - che si trovano principalmente in alcune specie di pesci come tonno, sgombro, salmone, merluzzo e aringhe - gli omega6 svolgono un ruolo cruciale per il mantenimento della buona salute del cuore e del cervello grazie alle loro proprietà antiossidanti, e sono fondamentali per una buona crescita e un buon sviluppo: ma, da soli, non sono un elisir di lunga vita. "Il segreto - spiega Dioguardi - è nell`equilibrio tra il consumo di omega3 e di omega6. Ed è ciò a cui si deve prestare particolare attenzione, dato che la nostra alimentazione tende a essere troppo povera di omega3 ed eccessivamente ricca di omega6".

Quattro a uno. Oltre che negli oli vegetali che si utilizzano in cucina per il condimento a crudo e per la cottura dei cibi, gli omega6 sono infatti  presenti anche in molti prodotti alimentari consumati quotidianamente, tra cui biscotti, snack dolci e salati preconfezionati, crackers, e in tutti quegli alimenti che tra gli ingredienti riportano la scritta "oli vegetali". Gli omega3, al contrario, sono presenti prevalentemente in alcuni tipi di pesce, "per cui è molto più difficile introdurne la giusta quantità giornaliera". Per bilanciare la quantità di omega6 assunta in una dieta media, spiega l`esperto, si dovrebbe consumare pesce 3 o 4 volte alla settimana, con un rapporto di 4 a 1: "Cioè ogni 4 grammi di omega6 assunti, ne servirebbe 1 di omega3 per bilanciare la dieta". L`American Heart Association raccomanda, come obiettivo giornaliero, un consumo - che dipende dal livello di attività fisica, dall`età e dal sesso - che vada dal 5 al 10% di calorie da grassi acidi omega6.

La dieta per il cuore. Per evitare una iper-assunzione di omega6 si possono seguire alcune regole: 1) ridurre la quantità di olio utilizzata per cucinare e per condire a crudo i cibi; 2) alternare una cucina più gustosa con pasti preparati con cottura al vapore; 3) evitare burro e margarina o, comunque, preferire il burro; 4) seguire un`alimentazione varia e con condimenti sani, facendo spazio frutta a verdura, cereali integrali, carne magra, pollame, e pesce due volte a settimana.

Autore: Miriam Cesta

[Fonte: IlSole24ore.com - Salute24 - 01/02/2009] 





spacer
Ricette in primo piano


© 2005-2020 Voglia di Cucina
VogliaDiCucina.com è parte del network Voglia di Notizie
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
spacer